• Rischio diffusione da Coronavirus – Informazioni e Implementazione al DVR

    by  • 4 Marzo 2020 • Tutta la scuola

    (DVR = Documento Valutazione dei Rischi)

    Spettabile Istituto,

    Il Governo ha emanato il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM) sulle misure per il contrasto alla diffusione del Coronavirus (vedi allegato Decreto 1.3.2020).

    Un provvedimento che viene assunto, sentito il Comitato Tecnico Scientifico (CTS) nazionale, le cui indicazioni seguono l’evolversi della situazione epidemiologica.

    Le misure previste sono valide dall’2 all’8 marzo.

    Il Decreto contiene norme che valgono per i soli Comuni delle Zone rosse, altre per tutte le tre regioni del Nord Italia maggiormente colpite dalla diffusione del virus (Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna a cui si aggiungono le province di Pesaro-Urbino e Savona) e altre ancora per l’intero territorio nazionale. Alcune si applicano per la sola provincia di Piacenza – in analogia con la Lombardia – dove si concentra la grande maggioranza dei casi positivi in Emilia-Romagna, a causa della contiguità con l’area del Lodigiano, il focolaio più attivo nel Paese.

    Di seguito si riporta il link del sito della Regione Emilia Romagna https://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/coronavirus-fino-all-8-marzo-sospesa-l-attivita-di-nidi-scuole-e-universita-riaprono-i-luoghi-della-cultura-musei-accessi-contingentati

    Nel decreto resta Confermata  la sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani.

    Sono esclusi i corsi per i medici in formazione specialistica e dei corsi di formazione specifica in medicina generale, nonché delle attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.

    Da rilevare che, rispetto all’ordinanza vigente fino ad oggi, il decreto parla ora di sospensione e non più di chiusura, rendendo così possibile l’accesso alle scuole per il personale Ata.

    Inoltre, nello svolgimento di incontri o riunioni vanno privilegiate le modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie e sociosanitarie, servizi di pubblica utilità e coordinamenti attivati nell’ambito dell’emergenza COVID-19.

    Resta inoltre valido il decalogo promosso da Ministero della salute che si riporta di seguito e in allegato (ministero salute 3 febbraio 2020):

    • Lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi;
    • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di affezioni respiratorie acute;
    • Non toccarsi occhi, naso e bocca se non ci si è lavati le mani;
    • Coprire la bocca ed il naso quando si tossisce o si starnutisce;
    • Non usare gli antibiotici se non consigliati dal medico;
    • Pulire le superfici con disinfettanti a base di alcol;
    • Usare la mascherina solo in caso di presenti sintomi quali tosse o starnuti, o se si assiste una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus (viaggio recente in Cina o altre aree a rischio e sintomi respiratori);
    • I prodotti made in China e i pacchi in arrivo dalla Cina non costituiscono pericolo;
    • Contattare il numero verde 1500 se tornando dalla Cina si hanno sintomi influenzali;
    • I propri animali di compagnia non costituiscono pericolo di contagio.

    Si riportano le misure valide per TUTTO il Territorio Nazionale:

    –         favorire il più possibile la modalità di lavoro agile e la sospensione dei viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

    –         Svolgere le attività, ove possibile, con modalità a distanza, avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.

    Si riporta il link dell’Ausl di Parma con tutto quello che c’è da sapere: https://www.ausl.pr.it/comunicazione_stampa/archivio_3/nuovo_coronavirus_tutto_quello_sapere.aspx

    Si riporta il link dell’Ausl di Piacenzahttp://www.ausl.pc.it/index_covid.asp

    Dove viene indicata anche l’informativa su cosa fare in caso di sospetti.

    Si riporta il link del Comune di Parmahttps://www.comune.parma.it/notizie/Misure-anti-Coronavirus-in-Emilia-Romagna-1.aspx

    Si riporta il link del Garante Privacy: https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9282117 dove vengono date specifiche riguardo al trattamento dei dati personali richiesti nelle autodichiarazioni.

    In allegato:

    • Circolare del Ministero della Salute con indicazione delle procedure di sanificazione dei locali non sanitari (circolare n. 5443 del 22/02/2020);
    • Integrazione al Documento di valutazione dei rischi;
    • Procedura operativa per i lavoratori a contatto con il pubblico;
    • Modello di autocertificazione per il personale interno ed esterno.

    Per tutto il resto si consiglia di mantenere la calma e seguire il più possibile le fonti attendibili e quanto stabilito dal Ministero della Salute.

    Per qualsiasi necessità lo staff di EcoeGo S.r.l., resta a disposizione.

    Cordialmente. 

     

    EcoGeo S.r.l.

    Via Paradigna 21/a – 43122 Parma – ITALY

    tel  +39 0521 773620 – fax +39 0521 799070

    mail: sicurezza@ecogeo.it – web: www.ecogeo.it

     

    EcoGeo-Allegati